L'archivio
Il progetto
Le carte
La cronologia
La famiglia
Le immagini
Ricerca le carte
Archivio della Famiglia Rosselli
LA CRONOLOGIA
1923
1924
1925
1926
1927
1928
1929
1930
1931
1932
1933
1934
1935
1936
1937
 
1926
Il Governo abolisce i Consigli comunali nei Comuni con meno di 5.000 abitanti. 4 febbraio
Muore Piero Gobetti esule in Francia. 15 febbraio
27 marzo Esce a Milano il primo numero della rivista «Il Quarto Stato» fondata e diretta da Pietro Nenni e Carlo Rosselli (firmavano gli editoriali “Noi”). Nei primi numeri Rosselli analizza l’insuccesso della politica socialista con gli articoli Autocritica (3 aprile) e Autocritica, non demolizione (1 maggio).
La rivista sopravvive sino all’approvazione delle leggi “per la difesa dello Stato” che portano alla soppressione della stampa antifascista (l’ultimo numero è del 30 ottobre 1926).
Alla rivista collabora anche Nello Rosselli che si firma “Uno del terzo Stato”.
marzo A Genova esce il primo numero del periodico «Pietre» fondato da Enrico Alpino e da altri intellettuali di area socialista e liberale; per i sostenitori della rivista, la maggioranza studenti universitari, Carlo Rosselli rappresenta un punto di riferimento per la lotta attiva al fascismo.
È approvata la legge Rocco per l'istituzione del sindacato unico fascista, per l'abolizione del diritto di sciopero e per la disciplina "corporativa" della produzione. 3 aprile
Muore esule in Francia Giovanni Amendola.
Attentato a Mussolini da parte di Violet Gibson.
7 aprile
28 aprile Nell’ambito della campagna contro gli insegnanti ostili al regime inizia a Genova una persecuzione nei confronti di Carlo Rosselli, per ottenerne l’allontanamento dall’Ateneo genovese. Il 28 aprile per ordine della segreteria del fascio genovese Rosselli subisce un’aggressione da parte degli squadristi Vittorio Poggi, Nino Rocca e Gioele Italiani.
Il 4 maggio il giornale «Il Littorio» pubblica una lettera aperta contro Rosselli.
1 maggio Esce su «Il Quarto Stato» l’articolo di Nello Rosselli Alessandro Luzio, la Massoneria e l’obiettività degli storici.
24 luglio Carlo Rosselli e Marion Cave si sposano a Genova con rito civile. Alla cerimonia partecipa solamente Amelia Rosselli, mentre a parenti e amici vengono inviate delle partecipazioni datate "Firenze".
25 luglio Sulla rivista «Critica politica» di Oliviero Zuccarini esce Repubblicani socialisti in Italia di Nello Rosselli.
luglio Carlo Rosselli decide di lasciare l’insegnamento e in ottobre si trasferisce con Marion a Milano, in via Borghetto 5.
Sono aboliti i Consigli comunali in tutti i Comuni. 3 settembre
Attentato contro Mussolini da parte di Gino Lucetti. 11 settembre
21 ottobre Durante il congresso del PSLI, che si riunisce clandestinamente a Milano il 21 e il 22 ottobre, Carlo Rosselli, Giuseppe Saragat e Claudio Treves sono confermati alla dirigenza del partito.
30 ottobre Esce, con un editoriale firmato “Noi” dedicato al congresso del PSLI, l'ultimo numero della rivista «Il Quarto Stato». La sua fine sarà determinata dai provvedimenti del 5 novembre.
Il quarto attentato contro Mussolini, da parte di Anteo Zamboni a Bologna, accelera il processo di trasformazione dello Stato parlamentare liberale in Stato totalitario. 31 ottobre
Il 5 novembre il Consiglio dei ministri decide gravi provvedimenti di polizia: immediato scioglimento dei partiti e sodalizi antifascisti; soppressione di tutti i giornali non ligi al regime; istituzione del confino per gli oppositori; organizzazione di una polizia politica alle dipendenze della Milizia; annullamento di tutti i passaporti per l'estero e severe sanzioni contro i tentativi di espatrio clandestino.
L’8 novembre Antonio Gramsci è arrestato a Roma.
Il 9 novembre la Camera dichiara decaduti i deputati aventiniani.
Il 25 novembre entra in vigore la legge eccezionale "per la difesa dello Stato" che istituisce il Tribunale speciale e stabilisce pene durissime (anche quella di morte), per le attività contro il regime.
novembre Il gruppo socialista di Milano inizia a organizzare l’espatrio clandestino degli oppositori al regime. Carlo Rosselli, Riccardo Bauer e Ferruccio Parri coordinano e preparano tra le altre anche la fuga di Giuseppe Saragat e Claudio Treves, Pietro Nenni, in novembre, e di Alessandro Pertini e Giuseppe Turati in dicembre.
11 dicembre Nella notte il motoscafo condotto da Italo Oxilia con a bordo Filippo Turati, Alessandro Pertini, Ferruccio Parri e Carlo Rosselli, parte da Savona per approdare in Corsica. Il 13, mentre Turati e Pertini lasciano l’isola diretti a Nizza, Rosselli e Parri ritornano in Italia. Dopo lo sbarco, la mattina del 14, sono arrestati e condotti al carcere del forte di Massa e quindi nel carcere di Carrara.
Carlo Rosselli è in seguito trasferito nel carcere di Como - con Riccardo Bauer, Carlo Silvestri e Giovanni Ansaldo – dove rimarrà sino al maggio 1927.
Il 15 dicembre la Commissione provinciale di Milano delibera il provvedimento di confino per 5 anni nei confronti di Carlo Rosselli.
22 dicembre Nello Rosselli e Maria Todesco si sposano con rito ebraico officiato nella villa dei nonni Todesco.