L'archivio
Il progetto
Le carte
La cronologia
La famiglia
Le immagini
Ricerca le carte
Archivio della Famiglia Rosselli
LA CRONOLOGIA
 
1947
9 giugno Nel decennale della morte dei fratelli Rosselli si tengono commemorazioni a Firenze e a Roma.
10 giugno Presso la Corte di assise di Roma si apre il secondo processo a carico dei responsabili dell’assassinio dei Rosselli. La sentenza ribadisce la responsabilitŕ di Anfuso ed Emanuele e condanna a sette anni Navale.
L’Assemblea costituente approva la Costituzione della Repubblica italiana. 22 dicembre
1947 Ricordando la fondazione del primo bollettino antifascista, Amelia Rosselli scrive Costruire per il nuovo settimanale del Partito d’Azione «Non mollare!».
1948
Entra in vigore la costituzione repubblicana. 1 gennaio
Si svolgono le prime elezioni politiche. 18 aprile
Il Parlamento elegge Luigi Einaudi presidente della Repubblica. 11 maggio
30 ottobre Dal 30 ottobre al 13 novembre ha luogo presso la Corte d’assise di Parigi il processo contro la Cagoule, accusata fra l’altro dell’assassinio dei fratelli Rosselli. Avvocato dei Rosselli Vincent de Moro Giafferi. Le condanne saranno varie, ma tutti i cagoulards condannati verranno liberati prima della fine della pena.
1949
13 ottobre Muore Marion Rosselli. Gaetano Salvemini la ricorda con l’articolo nella rivista «Il Ponte».
14 ottobre Il Tribunale di Perugia annulla le condanne emesse dall’Alta Corte di Roma il 12 marzo 1945 e assolve Anfuso, Navale, Emanuele e gli altri imputati.
1950
27 gennaio Amelia Rosselli, pur approvandone gli ideali, declina l’invito di Ignazio Silone di aderire al “Manifesto degli Intellettuali Socialisti” del rinnovato Partito Socialista Unitario..
29 gennaio Amelia Rosselli invia Una lettera della madre di Carlo Rosselli al direttore de «La Nazione Italiana», lettera di protesta per la pubblicazione di un articolo in cui Giovanni Ansaldo paragona le morti di Jean Luchaire, collaborazionista dei nazisti, e di Carlo Rosselli.
1951
29 aprile In occasione del ritorno delle salme di Carlo e Nello Rosselli da Parigi a Firenze per essere tumulate nel cimitero di Trespiano, si svolge a Palazzo Vecchio una solenne commemorazione dei due fratelli. Gaetano Salvemini tiene il discorso commemorativo alla presenza del presidente della Repubblica Luigi Einaudi. Alla cerimonia partecipano Maria e i figli di Carlo e Nello Rosselli.
1954
marzo Viene pubblicato il lavoro di Nello Rosselli, frutto di anni di ricerca, Inghilterra e Regno di Sardegna dal 1815 al 1847 per i tipi di Einaudi.
26 dicembre Muore Amelia Rosselli nella casa di via Giusti. Il 29 dicembre viene seppellita al cimitero del Verano a Roma.