L'archivio
Il progetto
Le carte
La cronologia
La famiglia
Le immagini
Ricerca le carte
Archivio della Famiglia Rosselli
LA CRONOLOGIA
 
1901
29 gennaio L’attrice Teresa Mariani presenta al Teatro Carignano di Torino il secondo dramma di Amelia Rosselli, Illusione
26 agosto Muore a Tagliacozzo la madre di Amelia Rosselli, Emilia Pincherle.
1901 Amelia Rosselli pubblica Anima: dramma in tre atti, per i tipi di Lattes & C., Torino e il racconto Felicità perduta, per i tipi di Belforte, Livorno.
1902
gennaio Tra gennaio ed aprile Amelia Rosselli è impegnata a Roma, come membro del comitato esecutivo, nella preparazione dell’Esposizione dei lavori femminili.
1903
22 maggio A seguito dell’interesse suscitato dalla Esposizione dei lavori femminili del 1902, viene costituita a Roma la cooperativa “Le industrie femminili italiane”. La società, a conduzione unicamente femminile, è finalizzata a “promuovere e migliorare il lavoro femminile e la condizione economica delle lavoratrici con un sano indirizzo artistico e industriale”. Tra le socie figurano anche Amelia Rosselli e Liliah Nathan. Il presidente è la contessa Cora di Brazzà che già aveva presieduto all’allestimento dell’esposizione.
agosto I coniugi Rosselli si separano davanti al tribunale di Livorno; a settembre Amelia inizia a cercare un appartamento a Firenze. Troverà casa agli inizi dell’anno seguente in via Cherubini 6 . A Firenze può contare sull’appoggio della famiglia Nathan Rosselli, in particolare di Pellegrino e Janet Rosselli, e di un ristretto gruppo di amici: Giulio e Giorgina Zabban, Alessandro Levi, Adolfo e Angiolo Orvieto con la moglie di questi Laura Cantoni.
Nasce l’Alleanza pro suffragio. 1903
È convocato il primo Consiglio nazionale delle donne italiane, aderente al Consiglio internazionale femminile.   Amelia Rosselli pubblica la raccolta di novelle Gente oscura, per i tipi di Roux e Viarengo, Torino-Roma. Continuando nell’attività di scrittrice, inizia anche a operare nel campo editoriale scrivendo recensioni per la rivista della marchesa Maria Bianca Viviani della Robbia «Società degli amici del libro».
1904
17 gennaio Amelia Rosselli inizia a collaborare con la rivista fiorentina «Il Marzocco», diretta da Adolfo Orvieto, con l’articolo Discussioni sul femminismo. Risposta a Neera
5 luglio Amelia Rosselli pubblica la novella Il padre in «Regina. Rivista per le signore e per le signorine»
1905
dicembre In dicembre viene pubblicata la novella di Amelia Rosselli La bambola in «La lettura».
1905 Amelia Rosselli pubblica il racconto per bambini Topinino. Storia di un bambino, per i tipi della Casa Editrice Nazionale Roux e Viarengo, Torino-Roma.
1906
ottobre Muore Harriet Nathan Rosselli, madre di Joe.
1907
aprile Esce su «Il Secolo XX» la novella La raffica di Amelia Rosselli
novembre Ernesto Nathan - anticonservatore e anticlericale - è eletto Sindaco di Roma; nel corso del suo mandato, che dura sino al dicembre 1913, cercherà di “modernizzare” la vita della capitale.
Nasce il Comitato Nazionale pro suffragio femminile 1907
1908
Dal 24 al 30 aprile si tiene a Roma il primo Congresso delle Donne Italiane; inaugurato dalla Regina Elena vede la partecipazione di molte rappresentanti della nobiltà. 24 aprile
settembre Aldo Rosselli viene ammesso nel collegio Tolomei di Siena come interno. Tornerà a Firenze nel 1911 al termine della prima liceo.
1908 Nasce il Lyceum di Firenze, circolo privato costituito da sole donne e indirizzato alla promozione della cultura femminile, fondato sul modello del primo Lyceum nato nel 1904 a Londra e ad esso affiliato come gli analoghi delle principali città europee (Parigi, Berlino). Tra le prime aderenti al Circolo anche Amelia Rosselli che diventerà presidente della Sezione letteraria.
1909
26 gennaio La commedia in dialetto veneziano El rèfolo di Amelia Rosselli è rappresentata per la prima volta al Teatro Quirino di Roma dalla compagnia di Ferruccio Benini.
10 febbraio Muore a Sanremo Jacopo Capon (Falchetto).
21 marzo Esce l’articolo di Amelia Rosselli, L’iscrizione delle persone di servizio alla Cassa nazionale per le pensioni, in «Il Marzocco», con la proposta, già presentata alla Federazione femminile toscana, d’istituzione di un’associazione privata per assicurare il personale di servizio alla Cassa nazionale invalidità e vecchiaia.
Alla riapertura del Parlamento dopo le elezioni del marzo, l’Alleanza pro-suffragio diffonde il suo Manifesto di protesta contro un suffragio universale solo maschile. 24 marzo
1909 Amelia Rosselli pubblica il racconto per bambini Topinino garzone di bottega, per i tipi di Bemporad, Firenze. Scrive anche il dramma Emma Liona (Lady Hamilton) , ma il lavoro incontra molte difficoltà e non viene rappresentato; sarà pubblicato solamente nel 1924 da Bemporad.
1910
In seguito alla richiesta del Comitato Pro-Suffragio, il Partito Socialista rende note le sue opinioni in merito al suffragio femminile. Turati, temendo un rafforzamento dei conservatori, si esprime sostanzialmente contro il voto alle donne. marzo
maggio La famiglia Rosselli si trasferisce da via Cherubini a via Giambologna 2.
1910 Dopo un intervento di appendicite, Carlo Rosselli si ammala per una flebite che lo obbliga all’immobilità per un lungo periodo e a lunghe cure. Dal momento che anche gli studi in quel periodo ne risentono, la madre gli fa interrompere il Ginnasio e lo iscrive all’Istituto tecnico.
1911
17 febbraio La commedia in dialetto veneziano El socio del papà di Amelia Rosselli viene rappresentata per la prima volta al Teatro Goldoni di Venezia dalla compagnia di Ferruccio Benini.
9 settembre Muore Joe Rosselli, assistito da Amelia prima nella clinica di Capodimonte e, nell'ultimo mese, a Firenze.